L’atmosfera giapponese nel diorama di Daniele De Nobili.

 

tempio giapponese

Il tempio giapponese realizzato da Daniele De Nobili.

 

Un viaggio in Giappone che ha lasciato il suo segno. Questo è successo a Daniele De Nobili qualche anno fa quando partì per visitare il paese del Sol Levante. Un paese molto diverso dal nostro che è rimasto impresso in Daniele il quale, appassionato dei mattoncini LEGO®, ha voluto omaggiare con un diorama. Ecco allora un tipico tempio nipponico, immerso in un’atmosfera di tranquillità e meditazione. Il diorama è composto da oltre sei mila pezzi e la costruzione è durata alcuni mesi. Daniele ha progettato il tempio con uno dei software disponibili online e il resto “a mano libera” coadiuvato dalla moglie. Davanti al tempio troviamo il caratteristico corridoio di archi nipponici con i viandanti che si apprestano a raggiungere l’edificio. Un tranquillo laghetto viene attraversato da un ponticello sul quale passeggia una geisha. Alberi dal fogliame rossiccio danno un ulteriore tocco di tranquillità alla scena, richiamando la colorazione degli archi. Il tutto è posto su una base in rilievo che Daniele ha sapientemente realizzato per avere un migliore effetto tridimensionale facendo risaltare le stradine di colore TAN sui rilievi più scuri.

 

SEGUI BRICK ITALY ANCHE SU YOUTUBE!

 

Il Tempio Giapponese di Daniele esposto nelle mostre dedicate ai mattoncini LEGO.

 

Daniele porta in giro per l’Italia il suo bellissimo diorama giapponese alle varie mostre dedicate ai mattoncini danesi. Io l’ho incontrato a Borgoricco, provincia di Padova, durante l’edizione 2019 di BorgoBrick, evento organizzato da ItLug, l’associazione nazionale di cui Daniele fa parte, e CLV LEGO User Group, uno dei gruppi principali in Veneto organizzatori dell’area LEGO® al Model Expo di Verona.
In questa occasione ho avuto il piacere di avere un’intervistatrice speciale, Laura Martello, conosciuta nel mondo Afol con il nickname Lady Hammer. Ringrazio quindi Laura che si è prestata con la sua caratteristica simpatia, aiutandomi nella realizzazione del video che potete vedere qui di seguito. Buona visione.

 

 

 

TI PIACCIONO I DIORAMI GIAPPONESI? LEGGI ALLORA ANCHE L’ARTICOLO SULLA MOC DI ANDREA VALENTINI